Strumenti personali

Il magazine sull'alimentazione

Sezioni

Skip to content. | Skip to navigation

Tu sei qui: Home / Eventi / Machinare & torciare. Storia e tradizione delle macchine per il vino

Machinare & torciare. Storia e tradizione delle macchine per il vino

Mostra di macchine, attrezzi enologici e documenti storici
Quando dal 03/10/2015 alle 09:30
al 07/11/2015 alle 18:30
Dove Biblioteca Internazionale "La Vigna" contrà Porta S. Croce, 3 36100 Vicenza
Persona di riferimento
Recapito telefonico per contatti Tel.: 0444 543000, Fax: 0444 321118
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

vino

 

In linea di continuità con le attività che hanno preceduto e accompagnato l'EXPO 2015, la Biblioteca Internazionale “La Vigna” e l’Archivio Storico Pietro Laverda, con la collaborazione di altre specifiche realtà vicentine e venete, si propongono di approfondire e consolidare i messaggi che l’evento di Milano ha cercato di trasmettere, con una mostra di macchine e attrezzi enologici nonché di documenti storici “Machinare & torciare. Storia e tradizione delle macchine per il vino”. Fedele alla sua mission ben delineata dal fondatore Demetrio Zaccaria, “La Vigna” offre una ricca documentazione storica di una delle operazioni più importanti della vita contadina, qual è la vendemmia con la successiva vinificazione. L’esposizione, che sarà inaugurata sabato 3 ottobre p.v. alle ore 17.00 con una dimostrazione di pigiatura e torchiatura, sarà accompagnata da una serie di conferenze che si svolgeranno durante tutta la sua durata, fino al 7 novembre.

 

Nella loro plurimillenaria storia la coltivazione della vite e la produzione del vino hanno stimolato via via l'ideazione e la costruzione di strumenti e macchine atti ad agevolare il lavoro del viticoltore e a migliorare sempre più la qualità del vino.

Gli ultimi due secoli hanno visto l'affermarsi di importanti innovazioni sia nella pigiatura delle uve che nella successiva torchiatura delle vinacce. Esemplari tra tutte il pigiatoio ideato dall'italiano Ignazio Lomeni nel 1827 e il torchio a cricco dei francesi Fratelli Mabille del 1858. Di queste e di altre macchine vuole dar conto questa mostra che, pur nella limitatezza degli spazi, presenta una gamma significativa di questi strumenti che si associano alla continua evoluzione delle tecniche di vinificazione che ha interessato in particolare l'Ottocento.

Di grande interesse si dimostrano i libri, le fotografie e i documenti esposti nelle teche delle sale interne a testimonianza di un patrimonio di materiali; non solo tecnici ma anche commerciali e pubblicitari, in grado di fornire una singolare ricostruzione di un periodo fondamentale per l'affermazione della moderna enologia.

Viva gratitudine quindi non solo al dott. Piergiorgio Laverda che, curatore del Museo e dell'Archivio Storico "Pietro Laverda", ha ideato il progetto in generale, ma anche al prof. Raffaele Cavalli, direttore del Tesaf - Università di Padova e vicepresidente del Consiglio Scientifico de "La Vigna". Grazie alla loro sinergia macchine enologiche storiche della Laverda e di vari altri collezionisti (pigiatrici, diraspatrici, torchi, tini e vasi vinari...) saranno a confronto con modellini lignei risalenti alla prima metà dell'800. Il tutto arricchito dai preziosi volumi di enologia e dai documenti originali della Biblioteca con il prezioso patrocinio di numerosi soggetti pubblici e privati tra cui Padiglione Italia Expo 2015.

 

Programma degli eventi

Sabato 3 ottobre 2015 ore 17.00

Inaugurazione della mostra "Machinare e torciare. Storia e tradizione delle macchine per il vino" con dimostrazione di pigiatura e torchiatura.

Partecipa il Consorzio di Tutela Vini DOC Breganze.

Mercoledì 7 ottobre ore 18.00

Presentazione del volume "Cento e dieci ricordi, che formano il buon fattor di villa" di G. Agostinetti, ristampa anastatica dell'opera del

1679 a cura di Luigi Bavaresco e Damiano Cesca curatore dell'edizione.

Mercoledì 14 ottobre ore 18.00

Presentazione del volume "Veneto: terre e paesaggi del vino" con la presenza degli autori Gianni Moriani, Diego Tomasi e Cesare Gerolimetto.

Mercoledì 28 ottobre ore 18.00

"Il vino come cultura, tradizione, amicizia e condivisione" a cura dell'Associazione "I canevisti di Breganze" relatore Alberto Brazzale

Sabato 31 ottobre ore 17.30

"Una nuova realtà del panorama vitivinicolo veneto: Cantine Vitevis"

Mercoledì 4 novembre ore 17.30

"Le macchine per il vino, due secoli di storia e tecnica" conferenza di Piergiorgio Laverda e Raffaele Cavalli

Sabato 7 novembre ore 17.30

Chiusura della mostra. Presentazione dei tre volumi sulla vitivinicoltura, editi dalla Fondazione Masi (2006-2014), curati dal Gruppo Tecnico della Masi e collaboratori scientifici.

 

Eventi collaterali

Mercoledì 30 settembre ore 18.00

Presentazione del volume "Macine e mulini nel Vicentino" illustrazioni e testi di Galliano Rosset.

Mercoledì 21 ottobre ore 18.00

"Uno chef non sarà mai un bravo cuoco" autobiografia di Mario Baratto con Rosanna Capuano (Invitato Carlo Cracco).

 

 

prova 1
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
Nuovo utente?

www.slauri.it

prova 1
prova 1
prova 1
« ottobre 2017 »
month-10
lu ma me gi ve sa do
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
prova 1
prova 1
prova 1
Lezione di Arte Bianca n. 25
Un’adeguata valutazione dei potenziali effetti avversi associati all’alimentazione porta necessariamente a una corretta definizione di sicurezza e di rischio tossicologico. La sicurezza (safety) è definita come la certezza pratica che l’uso di una sostanza, in specifiche condizioni e modalità d’imp ... Continua a leggere
Più di venti DOP e IGP
Il termine salume identifica, in maniera molto generica, prodotti alimentari a base di carne trattati e conservati per mezzo della salagione. L’animale da cui generalmente si ottiene la carne per la preparazione di tali prodotti, è il suino. Tuttavia non è l’impiego esclusivo poiché si possono trova ... Continua a leggere
Uno stato in cui ci sono sovvenzioni per pesca e agricoltura
L’Oman si affaccia sul Mar Arabico a sud e a est, sul Golfo dell'Oman a nord-est ed è circondato dallo Yemen e dagli Emirati Arabi e dall’Arabia Saudita. La conformazione geografica è molto particolare: le montagne dell’Hajar, corrono parallelamente alla costa dal capo Musandam sullo stretto di Horm ... Continua a leggere