Strumenti personali

Il magazine sull'alimentazione

Sezioni

Skip to content. | Skip to navigation

Tu sei qui: Home / Dì ...la tua opinione / Bambini nei ristoranti

Bambini nei ristoranti

Sulla base delle recenti polemiche ritiene corretto evitare l'ingresso dei passeggini, carrozzine per bambini oltre agli stessi  bambini nelle pizzerie e ristoranti?

no
No è una forma di grave discriminazione. E' un piacere avere a tavola i bambini anche se urlano e fanno schiamazzi. I passeggini/carrozzine per bambini devono poter entrare senza problemi.
Si perchè la maleducazione dei genitori si trasferisce ai figli. Gli adulti prendono le pizzerie/ristoranti per un parco giochi in cui poter far correrre liberamente i propri figli. Se il locale è piccolo non è possibile fare entrare passegini/carrozzine per bambini.
No assolutamente. Dopo i cani e gli immigrati ora se la prendono con i bambini. Sono momenti di condivisione e di socialità in cui i bambini hanno diritto di partecipare anche se non stanno seduti a tavola insieme agli adulti. Nessun limite di entrata per i passeggini/carrozzine per bambini
Si perchè non portano nessun rispetto nè per i clienti nè per chi lavora che distrattamente può far loro del male o possono farsi male loro stessi correndo nel locale. La decisione per l'entrata dei passeggini/carrozzine per bambini è rimessa ai titolari/gestori.
Altro

 

  • Premesso che la colpa non è mai dei bambini, premesso che tutti i bambini sono bambini, appunto, e non adulti e quindi non si può pretendere che se ne stiano un paio d'ore seduti muti e immobili. Premesso questo, la colpa non è mai dei bambini ma sempre, e dico sempre, dei genitori che non li educano. Ed è quindi solo colpa dei genitori se, anche io comprendo i ristoratori che dopo anni di sopportazione decidono per iniziativa così dura. Solo che secondo me il cartello non dovrebbe vietare l'ingresso ai bambini, ma ai loro genitori! Non credo che proprietari ne siano felici, ma siano solo costretti. Ne farebbero volentieri a meno perchè ci perdono in incassi, immagine e, soprattutto, in coscienza. Nessuno è felice di doversela prendere con i bambini, Nessuno.

  • Come esistono da anni, villaggi, voli aerei, hotel ecc ecc, trovo piu' che giusto che se ad una persona non piacciono i bambini o la loro presenza, possano trovare anche dei ristoranti Kids free, non vedo niente di scandaloso in tutto questo, in tutto il mondo esistono luoghi e locali kids free in Italia sembra un sacrilegio.

Contenuti

Non ci sono elementi in questa cartella.

Accedi


Hai dimenticato la tua password?
Nuovo utente?

www.slauri.it

prova 1
prova 1
prova 1
« ottobre 2019 »
month-10
lu ma me gi ve sa do
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3
prova 1
prova 1
Atti di compravendita già nel XI e XII secolo
Circa un mese fa, spinto dal clima caldo e umido e dalla voglia di trascorrere qualche giorno al fresco in montagna con la famiglia, ho proposto a mia moglie una scappatella di due giorni in quel di Morgex (AO). Mia moglie non è incline ha rifiutare inviti di questo genere quando si tratta di vacanz ... Continua a leggere
Le cosa che sappiamo fare restano dentro di noi
Anche se trascorrono gli anni, quello che rischiamo di perdere per strada sono “solo” i ricordi delle cose, mentre le cose che sappiamo fare restano dentro di noi… Con i suoi novant’anni, Teresa è sempre attenta e capace, in cucina, di preparare i suoi piatti forti, quelli che in famiglia sono pass ... Continua a leggere
Coca e...
Amerigo Vespucci fu il primo dei grandi esploratori a descrivere l'uso della Coca da parte degli Indios nell'isola Margherita al largo  del Venezuela.  Il grande impero Inca era la zona nella quale era diffusa la coltivazione della coca e comprendeva la regione meridionale della Repubblica di Colum ... Continua a leggere